Devils Élite • AC Milan Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

FIFA 14

+17
Dr_Destino
Travis Bickle
Demone85
Janko
niam
marcoteddy
kaka85x
muccy
Stark
Cont3z
death from above
trizio81
Giannino
DevilRudy
Bleed
matti81
SHEVCHENKO 7
21 partecipanti

Pagina 1 di 27 1, 2, 3 ... 14 ... 27  Successivo

Andare in basso

FIFA 14 Empty FIFA 14

Messaggio Da SHEVCHENKO 7 Dom Giu 16, 2013 12:00 pm

PS3 e XBOX360

FIFA 14 - Hands on

Ormai ci siamo. Valigie pronte. Passaporto, c’è. Un paio di boxer in più griffati Eye, inseriti. Ad occhio e croce siamo pronti. Belli carichi ed incattiviti per un E3 che promette faville da qualsiasi angolazione, e per motivi diametralmente diversi. Per i fan del gioco sportivo più venduto al mondo, i sensori sono tutti puntati sul nuovo motore, EA Ignite, che muoverà le versioni Playstation 4 e Xbox One di FIFA 14. Una sfida epocale, quella del publisher, che andrà abbracciare tutti i suoi brand sportivi senza mezze misure, proclamando sfracelli a destra e a manca noncurante delle aspettative. In attesa di poterlo tastare con mano, in quel di Los Angeles, il futuro sembra davvero buttare al meglio. Eppure, con le lancette dell’orologio ferme al 2013, la sfida più sanguinosa e combattuta continueremo a viverla su current gen. Gli avversari? Sempre gli stessi. Pes, da una parte. Fifa, dall’altra. Con una mossa squisitamente nipponica e deliziosamente trasparente, Konami stacca infatti il biglietto per la rivoluzione, ma solo a metà. Pro Evolution 2014 sfrutterà a manetta il Fox Engine, rimandando però a data da destinarsi il passaggio alla nuova generazione di console. Una decisione che ha fatto discutere, tuttavia non sconclusionata. Pensiamoci. L’imprinting che il brand Fifa potrà dare agli early adopters delle nuove ammiraglie Microsoft e Sony è chiaro come il sole. Nonostante ciò, l’impellenza di Konami era quella sciacquarsi una fedina non propriamente brillante laddove commercialmente conta, ovvero agli occhi di chi avrà ancora in casa -e per diverso tempo- Xbox 360 e Playstation 3. Con un gioco spartiacque. In ritardo di qualche anno, ma pur sempre in grado di spostare potenzialmente gli equilibri. Un azzardo ponderato che potrebbe aprire spiragli stuzzicanti per gli anni a venire.
Da questa parte della barricata, comunque sia, EA Sports ha predisposto una retroguardia piuttosto corposa. In maniera del tutto inaspettata, il primo hands-on di FIFA 14 lascia straniti: un montante secco alla bocca delle convenzioni e un appello deciso a coloro i quali non hanno capito/metabolizzato le differenze fra Fifa 12 e Fifa 13, così come ai milioni di fan che si aspettavano un capitolo decorosamente transitorio. Beh, non è così. Dopo le migliorie concettuali descritte nella nostra prima anteprima, il percorso evolutivo della serie prosegue con una chicca di quelle che scombussolano: Precision Movement. CHIUDI [X]
PLAYTEST Scendiamo in campo con un codice alpha stabile ma con bug evidenti. Il first touch control sul dribbling, ad esempio, o durante alcuni controlli al volo, è davvero impietoso, anche per i giocatori pro. I filtranti lungo le linee laterali meno indulgenti, l’ia dei compagni reattiva sì ma con riserva. Mancando mesi alla release, tutto sembra filare abbondantemente per il liscio. Tuttavia, qualcosa non torna. Alcuni schemi mentali, di gioco, di movimento, di costruzione della manovra, semplicemente non funzionano. Giocare a FIFA 14 pensando di avere in mano la versione 1.1 di Fifa 13 porta in dote solo una serie di mazzate sulle gengive da parte dell’avversario. Lo scotto da pagare è sinceramente troppo evidente anche per il fanboy con il paraocchi più sigillato, la sequela di facce inebetite -tra giornalisti e ragazzi provenienti dalle community- la dice lunga sullo sgambetto operato da Rutter e soci.
Precision Movement non è una mera definizione o un’aggiunta alla lista delle feature più cool: è sinonimo di cambiamento. Radicale, ma pure brutale. La fine di un percorso evolutivo che probabilmente sarà poi preso in gestione da EA Ignite e dalle console che verranno. Per adesso, vi basti sapere che il feeling di gioco è profondamente alterato, generosamente ridistribuito durante le varie fasi della manovra, incline in maniera importante ad assecondare quanto accade sui reali campi di gioco. In attesa della demo, avete solo le nostre parole: FIFA 14, è un altro gioco.
Due anni di sviluppo, un’acquisizione di dati praticamente infinita, hanno dettato i tempi necessari per riscrivere la biomeccanica degli atleti di Fifa, con una tecnologia che stravolge in maniera definitiva la loro locomozione. Prima ancora del feeling di gioco, lo stupore arriva in primis quando si osserva un giocatore muoversi per il campo a palla lontana. Il gap con Fifa 13, e quindi con tutti i Fifa che l’hanno preceduto, prima ancora che tecnico, è filosofico. Il realismo, semplicemente devastante. Parliamo degli strumenti di lavoro dei calciatori: i piedi. Anche senza il supporto di un video comparativo, lo stacco da Fifa 13 lascia di stucco. Movimenti, animazioni, spostamenti di peso, inclinazioni pongono finalmente gli scarpini a contatto con il terreno di gioco come mai era stato fatto in passato. Il giocatore non scivola sul terreno, né perde per strada alcun frame: i piedi rimangono ben piantati sul manto erboso con la giusta verosimiglianza, assecondandone ogni cambio di direzione. E ancora. Semplici torsioni, o giravolte del calciatore, o corsette all’indietro per riprendere la posizione avvengono in maniera del tutto naturale, fluida, magari con piccoli saltelli e i giusti posizionamenti delle braccia.
La fisica, stravolta, coinvolge ovviamente tutto: si pensi alle accelerazioni e alle decelerazioni del calciatore, che non sono più rigide e innaturalmente “a strappi”, e necessitano di alcuni metri per estendersi al meglio. I cambi di direzione ne escono dunque stravolti, appesantiti, realistici.

Al di là delle parole, sono le sensazioni pad alla mano che contano. Scesi sul campo di gioco, lo straniamento è di quelli che mettono in imbarazzo. Sono necessari una manciata di minuti per addomesticare una svolta fisica così evidente. I calciatori, più pesanti ma non per questo meno reattivi, reagiscono con una naturalezza inusuale, perdendo parte delle vecchie connotazioni. Ma andiamo con ordine. Come già sottolineato nello scorso articolo, una delle urgenze più pungenti di EA Sports era quella di mitigare l’effetto ping-pong da una porta all’altra, e dunque il gioco delle ripartenze ad ogni costo, con la battle of possession relegata a mero gregario o del tutto ininfluente. Lo diciamo a chiari lettere: le velocità di gioco è ora settata verso il basso. Il ritmo, anche per seguaci del Full-Auto, più compassato. Molto più compassato. Il centrocampo rivestito di nuova importanza. La fisica apre orizzonti del tutto nuovi perché non si tratta solamente di come i giocatori si muovono, ma di come reagiscono e di come si comportano nei corpo a corpo. La protezione della palla, attivabile giochicchiando con LT, tenendolo premuto e rilasciandolo all’occorrenza, amplifica le possibilità della manovra in qualsiasi frangente, sia difensivo che offensivo, prendendo secondi preziosi per far salire la squadra o far sì che si disponga meglio in copertura. La sua attivazione può avvenire in qualsiasi momento, anche durante un scarto laterale od un dribbling, lasciando porte aperte alla fantasia di chi gioca. I dribbling, come detto il mese scorso, sono sulla carta più semplici da eseguire agendo sul solo stick, subiscono anch’essi la pressione del First Touch Control, che determina allunghi del pallone scorretti, tocchi meno incollati al piede, a seconda delle caratteristiche dell’avatar, della postura e della sua velocità. Il risultato, unito alla nuova biomeccanica che governa i calciatori virtuali, costringe il giocatore a doversi migliorare sul serio se vuole intraprendere sortite offensive solitarie. La fisicità dei difensori, e la loro capacità media di protezione della sfera ed anticipo, è stata oggetto di una rivisitazione altrettanto importante. Non solo sono più abili nel gioco di spalla, ma sono ampiamente più sfruttabili per le piccole ostruzioni di tutti i giorni, quelle che segano le gambe alle sfuriate sulle fasce dei laterali, anche degli atleti più veloci. La loro intelligenza artificiale, lavorando su più cicli, ha una capacità di lettura dell’azione e di “predizione” del pericolo superiore a quella dei colleghi di Fifa 13: collaborano quindi in maniera più opportuna, tappano i buchi laddove possibile e ritornano su posizioni lasciate libere con maggiore reattività (il gap con i terzini dello scorso episodio, spesso dimentichi del lavoro degli incursori laterali avversari, è fortunatamente evidente).
Generalmente, i binari sembrano sempre più un ricordo lontano. Le nuove routine di locomozione dei giocatori, i quali, lo ricordiamo, in fase di scatto possono finalmente andare in qualsiasi direzione, e la fisica del pallone pesantemente riscritta fungono da trampolino per una gestione della manovra sempre più slegata da qualsiasi predeterminazione. Gli spazi, quindi, sono ancor più sfruttabili dai nostri lanci in profondità, con possibilità di errore legate sempre più legate alla nostra precisione e alle skill del giocatore, che all’aiuto da casa della CPU.
Per quanto concerne i movimenti in attacco, invece, sospendiamo il giudizio fino al prossimo E3, dove sarà presente una build più completa. Subito disponibili invece i nuovi algoritmi che determinano i tiri. Laddove il grado di preparazione richiesto è senza dubbio superiore, la goduria che ne consegue è mediamente incalcolabile. Al di là del numero di opzioni disponibili, come bombe di esterno con effetto pungente, il Knuckle Dipping alla Cristiano Ronaldo, o le bordate a mezza altezza capaci di rimbalzare pericolosamente davanti al portiere, ciò che conta è la potenza media delle conclusioni, sicuramente maggiorata. Ottimo il comportamento dei portieri, discretamente reattivi e spesso in grado di allontanare i palloni pericolosi lateralmente. Ancora da limare invece il comportamento degli arbitri, non all’altezza nel sanzionare il danno procurato o la casualità di alcuni contrasti, soprattutto in area. I portavoce di EA Sports hanno comunque assicurato una gestione migliore delle situazioni limite ed un passo in avanti rispetto a Fifa 13 nel pacchetto finale. Monitoreremo i progressi durante le prossime fiere di settore.

Anche FIFA 14 garantisce come sempre un colpo d’occhio d’impatto. I limiti imposti dall’obsolescenza dell’hardware non consentono salti in avanti estetici rilevanti, eppure 14 rimane l’episodio più impressionante sotto il profilo tecnico. L’ossatura, che si avvale di un nuovo motore perla gestione fisica dei calciatori e della sfera, e le nuove animazioni, regalano spezzoni di gioco decisamente impressionanti. Migliorato però anche il contorno, con nuove implementazioni dietro la porta e a bordo campo, così come un pubblico sugli spalti meglio rifinito. Nel parterre delle squadre disponibili durante l’hands on, poi, spuntava un Milan finemente riprodotto, anche a livello di fisionomia facciale. Davvero un bel guardare.
Per ciò che concerne le modalità di gioco, così come le opzioni multigiocatore, o riguardanti il Global Scouting Network, la carriera o le licenze, dovremo invece pazientare ancora qualche tempo.
FIFA 14 è il Fifa che non ti aspetti. Alla prova del pad, il presumibile carattere transitorio di questo capitolo, così a ridosso del salto generazionale, si svuota completamente. Tra le mani invece abbiamo un capitolo dello sportivo più venduto di sempre assolutamente sopra le righe, e parecchio distante dai pur ottimi 12 e 13. La biomeccanica dei giocatori, la fisica del pallone e dei tiri portano probabilmente a compimento la rivoluzione -ludica, concettuale e di consensi- avviata con Fifa 09, completando un percorso di crescita quasi insperato. I prossimi codici potranno dirci qualcosa di più sull’IA in attacco e sulle modalità di gioco, ma è confortante sapere che un tale pacchetto ludico, insieme al modo di lavorare di EA Sports, confluisca in toto nei prossimi episodi next gen. A partire, naturalmente, da FIFA 14 mosso da EA Ignite, che a questo punto non vediamo davvero l’ora di provare in prima persona.

www.everyeye.it

MOVIMENTI REALISTICI
Ogni movimento è importante, dato che ora i giocatori possono prendere posizione, ruotare, effettuare inserimenti e modificare lo slancio sfruttando l'agilità e l'esplosività dei migliori atleti.

PROTEGGI PALLA
Proteggi la palla per controllare il gioco a centrocampo e dettare il ritmo della partita.

PURE SHOT
I giocatori sono in grado di modificare la falcata e l'angolo di approccio al tiro per calciare in porta dalla posizione migliore.

INTELLIGENZA DI SQUADRA
I giocatori ora sono in grado di marcare o inserirsi in maniera più intelligente.

FISICA REALE DELLA PALLA
La fisica applicata alla palla determina le traiettorie che può assumere durante la partita, permettendo di calciare con forza dalla distanza o di scoccare tiri a scendere precisi.

RETE OSSERVATORI GLOBALE
Vesti i panni di un osservatore professionista e scopri nuovi talenti in giro per il mondo. Un nuovo hub rende la navigazione più semplice, con meno interruzioni e relazioni degli osservatori in tempo reale.

GAMEPLAY versione beta

TRAILER


uscita 24 settembre

PS4 e XBOXONE
FIFA 14 - Hands on

Fifa 14 è un bel salto. Generazionale, naturalmente, ma anche concettuale. Vuoi perché le aspettative dei fan sono sempre più elevate, vuoi per via di una concorrenza, quella espressa da Pes 2014 e Fox Engine, quasi inaspettate e dai valori produttivi davvero significativi. In quel di Los Angeles si apre dunque una nuova era di calcio digitale, per ora asincrona, dato il mancato supporto di Pro Evolution Soccer alle nuove console, ma che potrebbe trasformarsi in una sanissima battaglia per il dominio dei pad dei più sportivi negli anni a venire. Dopo un succulento hands on della versione Xbox 360, oggi abbiamo provato la controparte per Xbox One. Un altro goal per EA Sports? CHIUDI [X]
TOCCO DI FINO Al di là del fattore emotivo, intrinseco quando si tratta di testare un prodotto su una piattaforma tanto attesa, Fifa 14 prosegue sicuro su di un sentiero tracciato da Rutter e soci diversi anni fa. I pilastri della presentazione sono stati Living Stadium, intelligenza artificiale e la nuova biomeccanica dei giocatori. Partiamo da quest’ultima: come ribadito nella precedente anteprima, anche la versione Xbox One di Fifa 14 fa suo il concetto di Precision Movements, espandendolo a dismisura grazie alla versatilità di EA Ignite. Gli esempi, estranei al pur ottimo Fifa 13, davvero si sprecano, in un crescendo che non potrà che fare la felicità degli appassionati più incalliti e da chi in un videogioco di calcio esige come primo elemento la verosimiglianza. Partiamo da un esempio classico: il contrasto. In Fifa 13, durante la fase di pressione o addirittura premendo il pulsante per il tackle, l’avversario aveva ben poche possibilità di difendere con cognizione la palla. In Fifa 14 per Xbox One, invece, l’avatar può anche sfuggire agli interventi reagendo con tempismo, magari alzando il piede quel tanto che basta per evitare il contatto, o lasciando scorrere in mezzo alle gambe una palla proveniente da dietro, per non perdere la fluidità della corsa. L’elemento discriminante e di rottura con il recente passato è però la protezione della palla, che regala non solo una prospettiva di gioco totalmente diversa, più compressa e con spazi meno aperti, ma senza dubbio più appagante, con una battle of possession finalmente implementata a dovere. Il centrocampo, finalmente, funge da filtro e motore dell’economia di gioco, e grazie alla possibilità di coprire il pallone -premendo e rilasciando LT, giochicchiando con la suola, facendogli scudo con schiena e basso ventre, armeggiando con le braccia- dà un senso diverso allo svolgersi della manovra, con ritmi più veritieri, meno schizofrenici e più incline alle geometrie che allo scavalcamento forsennato.

Pro Instincts definisce quella parte dell’intelligenza artificiale che regola la capacità di predizione dei giocatori. In buona sostanza, siano attaccanti che difensori, i calciatori virtuali sono in grado di pensare, pronosticare e reagire sulla base non più di singoli input situazionali, ma di uno spettro più ampio di step. In linea generale, la propensione all’inserimento è marcatamente evidente, così come all’elusione dell’offside, alla sovrapposizione cattiva; in difesa, centrali e laterali si aiutano con il giusto tempismo, coprendosi e raddoppiando come mai era capitato di vedere finora. D’altro canto, in questa prima build next gen alcuni difensori “dimenticano” di rientrare in tempo, lasciando buchi non accettabili su piattaforme così performanti. C’è da dire che i giocatori avvertono l’importanza della partita e del momento, anticipando una rimessa laterale, o facendo altrettanto con gli inserimenti durante i corner. Una feature sicuramente interessante. Altro giro: capita che per potere proteggere meglio la sfera, il ricevitore allarghi un braccio od una gamba per ostacolare il tentativo di anticipo dell’avversario, in piena autonomia. Altresì, capita così che un attaccante, durante un calcio d’angolo, si stacchi con tempismo dal difensore per correre incontro al pallone, ed aiutandosi con braccia e spalle, riesca ad insaccare con una zuccata d’anticipo assolutamente eccezionale. Sempre sulle palle volanti, profondamente rivisitate, fantastica la possibilità, in determinate condizioni, di superare gli avversari con un tocco di petto confezionato a regola d’arte: un esempio che non vuole sottolineare il carattere circense di alcuni tocchi, quanto la possibilità di poter realmente fare ciò che si desidera. Il first touch control, ora presenta anche sul dribbling, amplia sì la possibilità di errore, ma regala tocchi destro-sinistro, interno-esterno collo davvero superlativi, che cambiano spesso l’evoluzione di un’azione. Affinata, rispetto alla versione current gen, anche la fisica del pallone. Pure Shots, letteralmente, spacca. Le aggiunte di lob liftati, staffilate ad effetto e tiri ad uscire con traiettoria spiovente, frutto di postura, caso, caratteristiche del giocatore e velocità, sono su un altro pianeta rispetto a quanto ammirato finora, uno stacco netto che fa bene al cuore dei tanti appassionati di Fifa. Living Stadium: finalmente, dopo anni e anni di richieste, anche il contorno è stato preso in seria considerazione: stadi, spalti, e movimenti degli spettatori poligonali sono stati infatti totalmente riscritti. Il pubblico, ad esempio, si esalta e deprime contestualmente con quanto accade sul manto erboso, con animazioni ad hoc, diseguali e suddivise in modo da ricreare quanto più un effetto eterogeneo. EA Sports ha garantito chicche importanti per gli stadi e per ricreare la giusta atmosfera: un tentativo assolutamente apprezzabile.
Lato tecnico: su Xbox One, Fifa 14 lascia il segno. La modellazione dei calciatori è sicuramente di pregio, tuttavia è la potenza bruta di Ignite a stupire quando si parla di motore fisico e animazioni. Il nuovo motore inscena una struttura collisionale impensabile su current gen, ed un ventaglio di animazioni sopraffino. Il gap generazionale è più che evidente, con una modellazione di giocatori e delle divise ufficiali di valore assoluto. Alcune ciliegine rendono poi il tutto ancora più galvanizzante, come il terreno di gioco, e le zolle e fili d’erba che potrebbero alzarsi ad ogni cross dei più scarponari.

www.everyeye.it

ISTINTI AVANZATI
Tutti i 22 calciatori in campo sapranno prevedere e reagire istintivamente a ciò che avviene intorno a loro con tempi di reazione simili a quelli umani, proprio come i veri fuoriclasse.

AMBIENTI PIÙ VIVI
FIFA 14 potrà contare su una fedeltà e su una grafica sbalorditiva. L'ambiente all'interno dello stadio prenderà vita, assecondando l'andamento della partita con le reazioni del pubblico in 3D.

MOVIMENTI REALISTICI
Ora i giocatori possono prendere posizione, ruotare, effettuare inserimenti e modificare lo slancio sfruttando l'agilità e l'esplosività dei migliori atleti, con un numero di animazioni e di dettagli 10 volte superiore.

TECNICA SUPREMA
Grazie alla potenza delle console di nuova generazione, FIFA 14 introduce centinaia di mosse e comportamenti mai visti prima, come conclusioni al volo di piatto, bordate di prima intenzione, tiri in equilibrio precario, appoggi per i compagni e giravolte repentine quando i difensori vengono superati.


TRAILER




VOLTI(non so per quale gen)


SHEVCHENKO 7
SHEVCHENKO 7
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 27280
Punti : 48171
Reputazione : 575
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 37
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da SHEVCHENKO 7 Lun Lug 22, 2013 11:31 am

FIFA 14 1070041_10151743174878979_393232733_n

:allah: 
SHEVCHENKO 7
SHEVCHENKO 7
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 27280
Punti : 48171
Reputazione : 575
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 37
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da matti81 Lun Lug 22, 2013 11:40 am

speriamo non sia il solito aggiornamento di rose da 70 euro...
mi sa che per una vera svolta bisogna aspettare la versione per PS4

matti81
Bologna 1990
Bologna 1990

Messaggi : 4799
Punti : 8530
Reputazione : 51
Data d'iscrizione : 07.12.11
Età : 41
Località : Lombardia

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da Bleed Lun Lug 22, 2013 12:40 pm

Ma lo sviluppo sarà uguale anche sulle ormai vecchie console?
Bleed
Bleed
Montecarlo 2003
Montecarlo 2003

Messaggi : 11471
Punti : 20346
Reputazione : 296
Data d'iscrizione : 22.05.11

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da DevilRudy Gio Lug 25, 2013 2:44 pm

FIFA 14 Fifa-14-reveal-packshot-image-it
DevilRudy
DevilRudy
Barcellona 1989
Barcellona 1989

Messaggi : 1843
Punti : 3013
Reputazione : 82
Data d'iscrizione : 25.02.11

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da matti81 Gio Lug 25, 2013 2:53 pm

Bleed ha scritto:Ma lo sviluppo sarà uguale anche sulle ormai vecchie console?
in che senso ?? fifa 14 è per vecchie console, credo che il 15 sarà basato sulle nuove...

matti81
Bologna 1990
Bologna 1990

Messaggi : 4799
Punti : 8530
Reputazione : 51
Data d'iscrizione : 07.12.11
Età : 41
Località : Lombardia

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da Giannino Gio Lug 25, 2013 2:58 pm

fifa 14 esce anche per PS4 e xboxone
Giannino
Giannino
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 20444
Punti : 37713
Reputazione : 492
Data d'iscrizione : 27.02.11

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da trizio81 Gio Lug 25, 2013 3:00 pm

fifa 14 sviluppato per old e new generation console, con risultati di grafica e struttura del gioco completamente differenti...in soldoni il fifa 14 per vecchia generazione sarà un aggiornamento roster e poco altro chi cerca il gioco di calcio serio deve andare sulle nuove console
trizio81
trizio81
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 21836
Punti : 40214
Reputazione : 647
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Brindisi

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da matti81 Gio Lug 25, 2013 3:02 pm

ah non sapevo! ma sta ps4 da noi esce a natale ? magari faranno qualche pacchetto ps4+fifa per incentivare le vendite...

matti81
Bologna 1990
Bologna 1990

Messaggi : 4799
Punti : 8530
Reputazione : 51
Data d'iscrizione : 07.12.11
Età : 41
Località : Lombardia

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da matti81 Mar Ago 20, 2013 6:27 pm

FIFA 14, uscita demo e nuovo trailer dalla GamesCom 2013

http://www.gamesblog.it/post/115493/fifa-14-uscita-demo-e-nuovo-trailer-dalla-gamescom-2013?utm_source=fb&utm_medium=ed&utm_campaign=Facebook:+Gamesblog

la nuova xbox molto probabilmente verrà venduta con all'interno fifa 14

matti81
Bologna 1990
Bologna 1990

Messaggi : 4799
Punti : 8530
Reputazione : 51
Data d'iscrizione : 07.12.11
Età : 41
Località : Lombardia

Torna in alto Andare in basso

FIFA 14 Empty Re: FIFA 14

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 27 1, 2, 3 ... 14 ... 27  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.