Devils Élite • AC Milan Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Fake Play Finanziario

+16
trizio81
ACMILANo since 1899
markets
lalomba
TrapiAntonio Conte
pollo0389
death from above
muccy
matti81
Stark
Janko
MilanOnlyYou
Mattia80
Spirit of Saint Louis
PerSempreConTe
Bleed
20 partecipanti

Pagina 3 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo

Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da death from above Ven Ago 31, 2012 4:40 pm

Si droga, si sapeva
death from above
death from above
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 23732
Punti : 41888
Reputazione : 255
Data d'iscrizione : 06.03.11
Località : Siena

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da death from above Ven Ago 31, 2012 4:40 pm

Caro platini, fate schifo anche con gli sceicchi
death from above
death from above
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 23732
Punti : 41888
Reputazione : 255
Data d'iscrizione : 06.03.11
Località : Siena

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da matti81 Sab Set 08, 2012 12:22 pm

Tra gli italiani, quali saranno i club che non rispetteranno il tetto imposto dalla normativa UEFA?

L'INTER

La rincorsa dell’Inter che partiva dai 216 milioni di perdita del 2007, non si è ancora completata. Il bilancio 2012 potrebbe evidenziare ancora una perdita di circa 85/90 milioni. Partiamo da una perdita prima delle tasse pari a 84,6 milioni di euro del 2011, che al netto delle plusvalenze pari a 51,5 milioni di euro e delle minusvalenze pari a 20,7 milioni di euro, diventa una perdita al netto del players trading di 115 milioni.

I movimenti più significativi potrebbero determinare i seguenti impatti: 25 milioni di plusvalenza derivanti dalle cessioni di Eto’o e Thiago Motta, 25 milioni circa di risparmio sullo stipendio e l’ammortamento di Eto’o e l’impatto negativo di circa 10 milioni del costo dello stipendio e ammortamento del cartellino di Forlan.. Gli altri movimenti di mercato in entrata Alvarez (11,9 milioni) Juan (3,8 ), Viviano (4,1) Jonathan (5), Zarate (2,7) Guarin (1,5) Palombo (1), Poli (1), Nagatomo (4,5) ed in uscita, Santon (5,6),Pandev (1,5) e Mariga (1,5), Viviano (8,5), potrebbero generare un impatto negativo tra stipendi ammortamenti e Plus/minus pari a circa 5 milioni.

Il turno in meno di Champions rispetto al 2011 potrebbe valere 7/8 milioni in meno di ricavi. Inoltre ci sono minori proventi straordinari per 13 milioni di euro. Il risparmio su parte dello stipendio di Thiago Motta e Muntari potrebbe dare un impatto positivo di 5 milioni . Lo stesso impatto potrebbe arrivare da qualche operazione minore sui giovani. Il risultato potrebbe essere di circa 90 milioni di perdita. La clausola degli stipendi potrebbe valere circa 75/80 milioni e quindi ridurre la possibile perdita di a circa 10/15 milioni di euro. Quella del 2013 non dovrebbe quindi superare i 30/35 milioni.

Se consideriamo i mancati introiti dalla Champions (30 milioni) e le minori plusvalenze rispetto al 2012 (30 milioni circa) e se consideriamo che il 2011 potrebbe aver chiuso con 90 milioni di perdita, partiamo da un dato negativo di circa 145/150 milioni. Gli acquisti hanno comportato un investimento di quasi 50 milioni tra Guarin (11), Pereira (10), Cassano (5), Palacio (10,5), Silvestre, Handanovic, Gargano, Silvestre, Mudingayi con un impatto totale sul conto economico che potrebbe essere di circa 40 milioni. Rescindendo con Forlan e Julio Cesar l’Inter potrebbe aver recuperato tra ammortamenti e stipendi, al netto delle minusvalenze circa 8/9 milioni. Lo stipendio di Lucio sono altri 8 milioni. Pandev rappresenta un impatto positivo di 8. La cessione di Maicon ha un impatto di 10 se si considera che il risparmio sullo stipendio è di 10 mesi su 12. Cordoba 6. Castaignos 5. Pazzini valutato 12,5 milioni, porta un beneficio di quasi 6 sul costo degli stipendi e altri 4 di ammortamento. Zarate 7 milioni e altri 4 milioni dal fine prestito di Poli e Palombo. Faraoni 3 circa tra plusvalenza e stipendio.

A questo dobbiamo aggiungere il risparmio sullo stipendio dell’allenatore che speriamo possa essere lo stesso per tutto l’anno. Lo scenario migliore è rappresentato dalla vittoria dell’Europa League che potrebbe portare fino a 20/25 milioni di ricavi compreso il botteghino. La perdita del 2013 in questo caso diventerebbe circa 90/95 milioni. Mancherebbero ancora 55/60 milioni per rientrare nei parametri del FPF.

Ma quindi l’Inter sarà esclusa dalle competizioni europee del 2014-2015?
No, la sanzione sarà più leggera grazie al fatto che ci sarà chi farà molto peggio come il Manchester City ed il PSG. L’esclusione secondo me dovrà riguardare questi club.

fonte: Sportmediaset.it

matti81
Bologna 1990
Bologna 1990

Messaggi : 4799
Punti : 8530
Reputazione : 51
Data d'iscrizione : 07.12.11
Età : 39
Località : Lombardia

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da pollo0389 Sab Set 08, 2012 7:28 pm

sempre piu fake
pollo0389
pollo0389
Montecarlo 2003
Montecarlo 2003

Messaggi : 11596
Punti : 23521
Reputazione : 213
Data d'iscrizione : 23.10.11
Età : 32
Località : Rimini

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da matti81 Lun Set 10, 2012 10:28 pm


matti81
Bologna 1990
Bologna 1990

Messaggi : 4799
Punti : 8530
Reputazione : 51
Data d'iscrizione : 07.12.11
Età : 39
Località : Lombardia

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da Mattia80 Lun Set 10, 2012 11:01 pm

Real, United, Barcellona, etc sono società che stanno generando utili, anche se hanno debiti elevati sono quasi totalmente coperti dal fatturato e cmq generando utili riescono a finanziarsi, oltretutto la PFN è molto migliore della nostra...non vedo questo scandalo...City e PSG invece non hanno i conti a posto questo è al momento evidente (al netto di eventuali o maggiori finte sponsorizzazioni)
Mattia80
Mattia80
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 36826
Punti : 57610
Reputazione : 699
Data d'iscrizione : 24.02.11
Età : 41
Località : Milano/Lugano

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da PerSempreConTe Mar Set 11, 2012 1:19 pm

Fair play finanziario:prime vittime
Congelati i premi Uefa a 23 squadre

Il fair play finanziario miete le prime vittime. L'Unita' di indagine dell'Organo Uefa per il controllo finanziario dei club (Cfcb) ha infatti annunciato la sospensione temporanea dei premi di partecipazione per 23 squadre iscritte alle competizioni Uefa 2012/2013. Il motivo riguarda pagamenti insoluti verso altri club, dipendenti e autorità sociali e fiscali. Il provvedimento, il primo per il mancato rispetto di questi criteri, non riguarda nessuna italiana.


L'unità di indagine, presieduta dall'ex primo ministro belga Jean-Luc Dehaene, richiederà alle società interessate un aggiornamento dello stato dei pagamenti il 30 settembre: il provvedimento resterà in vigore fino a quando i debiti non saranno saldati completamente, o fino a un verdetto definitivo dell' Unità aggiudicativa.

Tra i club 'colpiti' dall' Uefa spiccano l'Atletico Madrid, fresco vincitore della Supercoppa Europea, il Malaga dello sceicco Al Thani, lo Sporting Lisbona, il Fenerbahce e il Rubin Kazan.

Questo l'elenco completo delle squadre destinatarie delle misure:

le bosniache Borac Banja Luka, Sarajevo, Željeznicar; la bulgara CSKA Sofia; le croate Hajduk Spalato e Osijek; le spagnole Atletico Madrid e Malaga; l'israeliana Maccabi Netanya; la macedone Shkendija 79; la maltese Floriana; le montenegrine Buducnost Podgorica e Rudar Pjevlja; la polacca Ruch Chorzów; la portoghese Sporting Lisbona; le rumene Dinamo Bucarest, Rapid Bucarest e Vaslui; la russa Rubin Kazan; le serbe Partizan e Vojvodina; le turche Eskisehirspor e Fenerbahce.

www.sportmediaset.it
PerSempreConTe
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da Spirit of Saint Louis Mar Set 11, 2012 8:34 pm

Premier League, lo United chiede il fair play finanziario per ‘bloccare’ il City

La proposta dei rossi di Alex Ferguson durante il consiglio di Lega e, soprattutto, dopo aver visto i bilanci in rosso delle dirette avversarie, prime fra tutte il Chelsea di Abramovich e i cugini allenati da Roberto Mancini. Se il progetto dovesse passare, la massima serie inglese perderebbe il suo appeal fatto di campioni, miliardi e sprechi


Oggi nel consiglio di lega della Premier League si è discussa la proposta avanzata dal Manchester United di accogliere le regole del fair play finanziario della Uefa anche nel massimo campionato inglese. E di inserire così l’obbligo del pareggio di
bilancio per tutte le società nella ‘costituzione’ della Premier. Una decisione che lo United non ha maturato sotto la spinta del fiscal compact europeo, bensì scorrendo i bilanci delle sue avversarie per il titolo. A chiusura della stagione 2010-11 il Manchester City ha infatti dichiarato un passivo di 197 milioni di sterline, il Chelsea di 68 e il Liverpool di 49. A fronte del +10 dello United. La mozione non è stata messa ai voti (sarebbe servita la maggioranza di 14 su 20 per farla passare) e il
suo destino è stato rinviato, ma ha comunque aperto una discussione che potrebbe sovvertire le regole economiche del calcio, ben oltre il fair play finanziario europeo.
Grosso modo, anche le regole del fair play volute nel 2009 da Platini impongono alle società di non spendere più di quello che guadagnano.
La prima stagione presa in considerazione è la 2013-14, dove saranno conteggiati anche i bilanci delle due stagioni precedenti. In questi tre anni le società non potranno dichiarare perdite superiori ai 45 milioni di euro, né potranno avere i passivi ripianati della proprietà. Le pene per chi non rispetta questo regolamento arrivano fino all’esclusione dalle competizioni europee. Ma le società hanno già trovato diversi escamotage per aggirarlo: tra sponsorizzazioni mascherate, finti investimenti nei settori giovanili, ricapitalizzazioni, quotazioni in borsa o addirittura la costruzione di opere pubbliche.
“Molte squadre (Wigan e Arsenal su tutte, ndr) ci appoggiano nella nostra richiesta di introdurre il pareggio di bilancio obbligatorio per i club della Premier, altre sono contrarie – ha spiegato Gill, ad dello United – Simili regole sono già stati approvate a livello europeo, è tempo che lo siano anche in Premier”. Mentre Welhan, presidente del Wigan, è stato più chiaro sul target: “Qualcosa va fatto assolutamente, per evitare nuovi casi come il fallimento del Portsmouth. Ed è ovvio che dopo questa proposta il Manchester City sia preoccupato”. La squadra allenata da Roberto Mancini è infatti l’esempio più calzante di come una società, grazie al denaro dalla proprietà (oltre 1 miliardo di sterline spese da quando nel 2008 lo sceicco Mansour ha rilevato la società, con una media di quasi 3 sterline spese per 1 guadagnata) possa far saltare il banco del calciomercato, razziare tutti i talenti disponibili e, da un giorno all’altro, vincere il titolo.
Una moda lanciata a inizio millennio dall’oligarca russo Abramovich col Chelsea e che in Inghilterra è stata seguita da diverse squadre: dagli americani che hanno rilevato il Liverpool e l’Aston Villa, al triumvirato Mittal-Ecclestone-Briatore del Qpr, dagli sceicchi del City agli indiani del Blackburn. Senza dimenticare che nel 2005 il finanziere americano Glazer acquistò proprio lo United con una spericolata operazione e senza tirare fuori una sterlina. In pratica i 525 milioni di sterline utilizzati furono interamente presi in prestito dalle banche, a interessi piuttosto alti (60 milioni l’anno) che furono poi interamente scaricati – così come la cifra di acquisto – nelle casse societarie del club. Per poi aggiungere un ulteriore passivo di oltre 500 milioni di sterline tra interessi sui mutui, spese bancarie, varie ed eventuali. Fino alla recente quotazione in borsa per ripagare i debiti.
C’è però da dire che la costruzione dello United come squadra dominante avvenne per gradi, dalla fine degli anni ’80, grazie alla maestria di un tecnico come Ferguson (tuttora alla guida del club, con cui ha festeggiato la millesima panchina in campionato) che ha allevato nidiate di ragazzi provenienti a costo zero dal settore giovanile. Ora è proprio lo United, che vede il suo primato attaccato da nuove e facoltose proprietà, a chiedere un passo indietro e il ritorno a un calcio più equilibrato. Impossibile però che la Premier, che ha ottenuto il suo status di campionato più seguito al mondo grazie alle spese folli e ai passivi in bilancio dei nuovi mecenati, accetti di tornare indietro. Magari a quegli anni ’80 in cui in una decade vinsero il titolo ben quattro squadre, tante quante nei venti anni dalla nascita della Premier. Provate a proporre a Van Persie o Aguero un ingaggio in linea con le nuove misure di austerity: sarebbero già in aeroporto con destinazione Parigi.


www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/06/premier-league-manchester-united-chiede-fair-play-finanziario-per-bloccare-city/344554/
Spirit of Saint Louis
Spirit of Saint Louis
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 22256
Punti : 36448
Reputazione : 249
Data d'iscrizione : 27.02.11

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da PerSempreConTe Mer Set 12, 2012 3:56 pm

Rummenigge attacca Ibra e il Psg
"Uefa faccia rispettare il fair-play"

"Quando sento parlare dell'ingaggio di Ibra mi viene il mal di stomaco, equivale a quanto paghiamo noi Javi Martinez in cinque anni". Karl-Heinz Rummenigge, presidente del Bayern Monaco e dell'Eca (Associazione club europei), punta il dito contro il Psg che in tempi di fair-play finanziario si permette di versare nelle tasche di Ibrahimovic 14 milioni di euro a stagione. "La Uefa inizierà a sanzionare chi non rispetta le regole".

Rummenigge ha poi continuato a ruota libera: "Quando guardo a quanto spendono club come Manchester City e Chelsea mi rendo conto che devono avere grosse perdite, eppure tutti abbiamo l'obbligo di rispettare le regole del fair-play finanziario, per cui i debiti non possono essere superiori ai 15 milioni di euro a stagione". Poi di nuovo su Ibra e gli sceicchi: "Il Psg non può spendere 100 milioni di euro ogni anno per cinque anni, non si può spendere più di quanto si guadagna".

www.sportmediaset.it
PerSempreConTe
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da death from above Mer Set 12, 2012 10:24 pm

Ha ragione cazzo
death from above
death from above
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 23732
Punti : 41888
Reputazione : 255
Data d'iscrizione : 06.03.11
Località : Siena

Torna in alto Andare in basso

Fake Play Finanziario  - Pagina 3 Empty Re: Fake Play Finanziario

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.